Indice
Biografia di Roberto Benigni
Biografia di Nicoletta Braschi
La vita è bella
Filmografia
Links su internet

 

Biografia di Roberto Benigni

Roberto Benigni nasce a Misericordia (AR) nel 1952, ma presto si trasferisce a Vergaio, nel pratese. Nel 1972, insieme a Silvano Ambrogi, Carlo Monni e Aldo Buti, si trasferisce carico di sole speranze a Roma, dove debutta coi suoi amici nella commedia "I Burosauri" di Silvano Ambrogi.

Il suo primo personaggio, inventato con Giuseppe Bertolucci nel 1977, appare nel monologo "Cioni Mario di Gaspar fu Giulia", e successivamente nella serie TV "Onda Libera" e al film, criticatissimo e poi censurato, "Berlinguer ti voglio bene".

L'anno successivo, partecipa al programma di Renzo Arbore "L'altra domenica" nelle vesti di un bizzarro critico del cinema, mentre nel 1979, è protagonista nel film di Marco Ferreri "Chiedo Asilo".

Nel 1980 presenta il Festival di San Remo e recita nel film di Arbore "Il Pap'occhio", mentre nell'anno successivo figura ne "Il Minestrone" di Sergio Citti.

Finalmente nel 1983 è anche regista di un film, "Tu mi turbi", a cui fara' seguito "Non ci resta che piangere", in coppia con Massimo Troisi.

Nel 1985 "TuttoBenigni", girato durante la sua fortunata tournee teatrale, riscuote un discreto successo. Nel 1986 entra a far parte di alcuni film prodotti negli Stati Uniti, dei quali il più noto in Italia è "Taxisti di notte", nel quale prende parte ad un episodio.

Nel 1988 inizia una serie di irrefrenabili incursioni televisive e sbanca i botteghini dei cinema italiani con il film "Il piccolo Diavolo" interpretato al fianco di Walter Matthau e realizzato in collaborazione con Vincenzo Cerami.

Nel 1989 recita da protagonista nell' ultimo film di Federico Fellini, "La voce della Luna", insieme a Paolo Villaggio. Nel 1991 esce "Johnny Stecchino" riscuotendo un grandissimo successo sia al cinema che in videocassetta, mentre due anni dopo prende parte al film "Il figlio della Pantera Rosa" di Blake Edwards.

Arriva poi "Il Mostro", altro lavoro di regista-attore per Roberto, che tral'altro mette in risalto un carattere molto profondo della sua comicità, che sulle prime potrebbe sembrare superficiale. Immancabile il successo di pubblico, superiore anche a Johny Stecchino.

10 anni dopo l'ultimo tour teatrale, Benigni ha intrapreso nell'estate del 1995 una nuova tournée di grande successo, che ha anche raggiunto i canali televisivi tramite videocassetta. Nel 1997, Roberto ricalca l'aspetto comicotragico già presente ne "Il Mostro", commuovendo e divertendo l'intero mondo con il suo straordinario film "La vita è bella", che attualmente gli è valso il Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes del 1998, e 5 nomination agli Oscar 1999. Attualmente l'ultimo film a cui a preso parte è il francese "Asterix e Obelix contro Cesare".

 

Biografia di Nicoletta Braschi

Nicoletta Braschi, nasce nel 1960 a Cesena, dopo aver studiato al liceo classico ha frequentato l'Accademia di Arte Drammatica a Roma. Esordisce nel cinema interpretando nel 1980 un film in formato Super 8: Time wind.
Interpreta nel 1983 il ruolo della Madonna in Tu mi turbi di Roberto Benigni (che sposerà dieci anni più tardi).

Dopo il debutto ha lavorato in Segreti segreti di Giuseppe Bertolucci, in Dawn by Low di Jim Jarmusch (accanto a Benigni, Tom Waits e John Lurie) e in Come sono buoni i bianchi (1987) di Marco Ferreri.

Nel 1988 è stata ancora diretta da Benigni in Il piccolo diavolo, dove ha recitato accanto a Benigni e Walter Matthau interpretando il ruolo della diavolessa Nina.

E' poi tornata a recitare con Jim Jarmusch in Mistery Train, nella parte di una turista italiana in visita a Memphis, e di nuovo con Giuseppe Bertolucci in un episodio del film La Domenica specialmente (1991).

Nel 1991, accanto a Benigni, è stata la protagonista femminile di Johnny Stecchino, nel ruolo di Maria. Nel 1993, diretta da Roberto Benigni nel film Il figlio della pantera rosa,, Nicoletta Braschi ha interpretato il personaggio di Jacqueline; l'anno dopo (1994), diretta ancora dal suo futuro marito, ha vestito i panni di Jessica Rossetti in Il mostro. Nel 1995 è stata Marta nel film di Roberto Faenza Sostiene Pereira e, nello stesso anno, Graziella Chiarcossi, nipote di Pasolini, nel film di Marco Tullio Giordana Un delitto italiano. Nell'ultimo film di Paolo Virzì, Ovosodo, è la professoressa Giovanna.

Nel film di Roberto Benigni La vita è bella Nicoletta Braschi è Dora.

L'elenco dei film dell'attrice

Vita è bella, La (1997)

  1. Ovosodo (1997)
  2. Afirma Pereira (1996)
  3. Pasolini, un delitto italiano (1995)
  4. Mostro, Il (1994)
  5. Son of the Pink Panther (1993)
  6. Domenica specialmente, La (1991)
  7. Johnny Stecchino (1991)
  8. Sheltering Sky, The (1990)
  9. Mystery Train (1989)
  10. Piccolo diavolo, Il (1988)
  11. Come sono buoni i bianchi (1987)
  12. Down by Law (1986)
  13. Tu mi turbi (1983)

    1982 – TU MI TURBI – regia Roberto Benigni
    1984 – DAUNBAILO’ – regia Jim Jarmusch
    1984 - SEGRETI SEGRETI – regia Giuseppe Bertolucci
    1987 – IL PICCOLO DIAVOLO – regia Roberto Benigni
    1988 – COME SONO BUONI I BIANCHI – regia Marco Ferreri
    1989 – MISTERY TRAIN – regia Jim Jarmusch
    1990 – IL TE’ NEL DESERTO – regia Bernardo Bertolucci
    1994 – IL MOSTRO – regia Roberto Benigni
    1995 – PASOLINI UN DELITTO ITALIANO – regia Marco Tullio Giordana
    1995 – SOSTIENE PEREIRA – regia Roberto Faenza
    1997 – OVOSODO – regia Paolo Virzì
    1997 – LA VITA E’ BELLA – regia Roberto Benigni

     

     

     

    La vita e' bella

    La storia si svolge nel 1938, anno in cui Guido Orefici (Roberto

    Benigni) arriva in una città toscana con l'intento di aprire una libreria.

    Intanto lavora come cameriere presso il Grand Hotel e conosce Dora (Nicoletta Braschi), una ragazza appartenente ad una buona famiglia, già promessa in sposa ad un funzionario comunale non molto sveglio e fascista. Innamorato perso, Guido cerca in ogni modo di conquistarla, persino rapendola durante la sua festa di fidanzamento.

    A guerra iniziata, Guido e Dora finalmente si sposano e hanno un figlio, Giosuè (Giorgio Cantarini).

    Quando vengono promulgate dal governo fascista le leggi razziali, Guido e il bambino, vengono deportati in un campo di sterminio, a causa delle loro origine ebraiche.

    Comincia così il difficile tentativo di Guido di preservare il proprio figlio dalle atrocità fisiche e psicologiche dei nazisti: egli dunque decide di far credere al figlio che si stia svolgendo un gioco a premi che vede come primo premio un carro armato vero.

     

     

    Questo film ha recentemente ottenuto 7 nomination per l'Oscar, tra cui quello per migliore attore protagonista, miglior film e miglior film straniero. Ha vinto l'oscar 1999 per il miglior film straniero, miglior attore (Roberto Benigni), miglior colonna sonora.

     

     

     

     

    FILMOGRAFIA

  14. Asterix e Obelix contro Cesare (1999)
  15. nel ruolo di Detritus

  16. La vita è bella (1997)
  17. nel ruolo di Guido Orefici

  18. Il mostro(1994)
  19. nel ruolo di Loris

  20. Il figlio della Pantera Rosa (1993)
  21. nel ruolo di Jacques

  22. Taxisti di notte (1991)
  23. nel ruolo del tassista a Roma

  24. Johnny Stecchino (1991)
  25. nel ruolo di Dante/Johnny Stecchino

  26. La voce della luna (1989)
  27. nel ruolo di Ivo Salvini

  28. Il Piccolo diavolo (1988)
  29. nel ruolo di Giuditta

  30. Down by Law (1986)
  31. nel ruolo di Roberto

  32. Coffee and Cigarettes (1986)
  33. nel ruolo di... Roberto Benigni

  34. Non ci resta che piangere (1984)
  35. Nel ruolo di Saverio

  36. F.F.S.S. cioè che mi hai portato a fare sopra Posillipo se non mi vuoi più bene? (1983)
  37. Tu mi turbi (1983)
  38. nel ruolo di Benigno

  39. Il Minestrone (1981)
  40. Il Pap'occhio (1981)
  41. nel ruolo di Benigni

  42. La Luna (1979)
  43. nel ruolo di Upholsterer

  44. Chiaro di donna (1979)
  45. Chiedo asilo (1979)
  46. nel ruolo di Roberto

  47. I Giorni cantati (1979)
  48. Berlinguer ti voglio bene (1977)
  49. nel ruolo di Cioni Mario

     

    DOMANDE

    Roberto Benigni:

    1. Quando nasce?
    2. Dove?
    3. Dove si trasferisce nel 1972 ?
    4. Con chi ha inventato il suo primo personaggio nel 1977 ?