La Geografia del Lago Trasimeno

giovedì 21 aprile 2011
di  Emilia MACCIONI
popolarità : 51%

Il Lago Trasimeno e la geografia

Posizione geografica

Il lago Trasimeno si trova a nord-ovest dell’Umbria, al confine con la Toscana. E’ per estensione il quarto lago d’Italia, il più grande dell’Italia Centrale.

Origine

Il lago è di origine sia alluvionale che tettonica. Infatti si è formato in seguito ai movimenti della crosta terrestre che nel Quaternario Medio interessarono le zone occidentali dell’Umbria e che resero il lago il residuo di un grande bacino che comprendeva anche la Val di Chiana insieme ai laghi di Montepulciano e Chiusi.

Morfologia

Il lago Trasimeno è un lago chiuso perché non dispone di immissari o emissari naturali. Nel corso del tempo, per questo, sono stati costruiti canali artificiali. Il canale immissario più importante è l’Anguillara, che raccoglie le acque dei torrenti Tresa, Rio Maggiore, Moiano e Maranzano. L’unico emissario è un canale sotterraneo che si trova in Località San Savino e riprende la struttura dell’antico canale progettato dai Romani. Questo emissario fa defluire le acque in eccesso verso il fiume Tevere, attraverso il torrente Caina. Il Trasimeno è detto a struttura laminare perché è molto esteso (128 Kmq) ma poco profondo (6 metri).

Le isole

Nel lago Trasimeno sono presenti tre isole che sono, in ordine di grandezza, la Polvese, la Maggiore e la Minore. L’isola Polvese è situata nella parte sud-orientale ed ha un’estensione di 69,60 ettari. Dal 1995 la Provincia di Perugia, che ne è la proprietaria dal 1973, l’ha dichiarata Parco Scientifico Didattico e vi svolge attività di ricerca scientifica, di sperimentazione e di didattica ambientale. Nella parte orientale e meridionale è presente una vasta zona umida con canneti che danno rifugio a varie specie di uccelli e anfibi. L’isola Maggiore è l’unica abitata in maniera stabile ed ha una superficie di di 24 ettari, racchiusa in un perimetro di di 2 Km. L’isola è collegata con la terraferma da un servizio di traghetti verso i paesi di Tuoro, Passignano e Castiglione del Lago. Una fitta rete di sentieri copre l’isola intera, dipanandosi attraverso una macchia di ulivo, leccio, cipresso, pioppo ed altre varietà mediterranee. L’isola Minore è di proprietà privata, ha la forma di una virgola ed è ricoperta da una vegetazione boschiva composta da pini e lecci che dà rifugio a una colonia di cormorani.

I comuni del Lago Trasimeno

Nel corso dei secoli il lago Trasimeno ha rappresentato una grande ricchezza per le popolazioni che vivevano sulle sue rive: la ricchezza dell’acqua era importante per la vita di tutti i giorni e per l’agricoltura, la ricchezza di pesce era importante per l’alimentazione. Per tutto il Medioevo, fino alla fine del 1800, i paesi situati sul lago pagavano le tasse alla città di Perugia, oltre che in denaro anche con una cospicua quantità di pesce. Oggi il territorio del lago è suddiviso tra i diversi Comuni che si affacciano su di esso. Questi comuni sono: Tuoro, Passignano, Magione, Panicale e Castiglione del Lago.

L’economia del Lago Trasimeno

Agricoltura

Nelle zone collinari le coltivazioni più importanti sono quelle della vite e dell’olivo. Nelle zone di pianura, invece, si coltivano alberi da frutto e ortaggi.

Industria e artigianato

Nella nostra zona l’industria occupa una percentuale maggiore rispetto all’agricoltura. Il settore più diffuso è quello meccanico e quello tessile. Nell’artigianato le attività più importanti sono quelle legate all’edilizia.

Turismo

Nelle zone del Lago Trasimeno il turismo è molto importante per l’economia locale. Ogni anno infatti arrivano migliaia di turisti attratti dalle bellezze naturali del nostro lago e dalla ricchezza del patrimonio artistico e culturale presente in tutto il territorio.


Agenda

<<

2019

 

<<

Octobre

 

Aujourd'hui

LuMaMeJeVeSaDi
30123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
Aucun évènement à venir les 6 prochains mois